Warning: A non-numeric value encountered in /home/ubulibri/public_html/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837

La Ubulibri

La Ubulibri è una casa editrice fondata nel 1977 da Franco Quadri, che si occupa prevalentemente di pubblicazioni sul teatro e sulle Arti sceniche.

Ubulibri
Via Amerigo Vespucci 24
00153 Roma
Tel. 06 69317694 segreteria@ubulibri.it


Jean Genet
Conversazione con Hubert Fichte
In appendice: Quattro ore a Shatila
pp. 88, € 7,20
(ISBN 978-88-77480-63-7)

HUBERT FICHTE Può dire quale sarà la sua rivoluzione politica?
JEAN GENET No, perché non ci tengo molto che ci sia una rivoluzione. Per essere sincero, non ci tengo affatto. La situazione attuale, i regimi attuali mi permettono la rivolta, mentre con tutta probabilità la rivoluzione non consentirebbe la rivolta, cioè la rivolta individuale. Questo regime mi permette invece la rivolta individuale. Posso essere contro di lui. Ma, se si trattasse di una vera rivoluzione, forse non potrei essere contro. Ci sarebbe adesione, e l’uomo che io sono non è uomo da adesione, è un uomo da rivolta. Il mio punto di vista è molto egoista. Io vorrei che il mondo, ma faccia bene attenzione al modo in cui lo dico, vorrei che il mondo non cambiasse, per permettermi di essere contro il mondo.

Ordina questo libro


3. Jerome K. Jerome
Il Paese di Teatro
Usi e costumi singolari dei suoi abitanti.
Disegni di J. Bernard Partridge
pp. 112,
€ 8,20
Fuori catalogo.
Disponibile solo presso l’editore

Con questa esilarante galleria di ritratti, l’autore di Tre uomini in barca ha compilato la guida definitiva di Stage-Land, ovvero il Paese di Teatro, illustrando i singolari usi e costumi dei suoi abitanti. In primo piano troviamo ovviamente l’eroe, il cattivo e l’eroina. Ma il favoloso Paese di Teatro è popolato da altre sorprendenti creature: il comico (“è felice sotto ogni fato: dice cose divertenti anche ai funerali e quando l’eroe sta per essere impiccato”), l’avvocato (“non ha alcuna idea delle ore d’ufficio: fare le cose nel modo più sgradevole possibile sembra la sua unica preoccupazione”), l’avventuriera (“le piace la vita matrimoniale: ha mariti in ogni parte del globo”). E con loro, la domestica e il bambino, gli innamorati comici e i contadini, l’irlandese e il buon vecchio, l’investigatore e il marinaio.
Di tutti costoro Jerome KIapka Jerome (1856-1927), che fu anche attore e drammaturgo, illustra i caratteri in una scoppiettante carrellata, da leggere come uno stralunato rapporto etnografico e da gustare con l’accompagnamento delle deliziose incisioni d’epoca firmate da J. Bernard Partridge.
Ma Il Paese di Teatro traccia anche un’autentica e ilare profezia: perché gli eroi che Jerome ha visto agitarsi sotto le luci della ribalta, li ritroviamo ancor oggi nel teatro, nel cinema, nei serial televisivi: con gli stessi divertenti vizi e le identiche risibili virtù.